12 settembre 2013

Del troppo zucchero e dei biscotti salati alle olive


Biscotti salati alle olive @monsieurtatin.blogspot.it

"Si sa che il lavoro ha sempre addolcito la vita: il fatto è che non a tutti piacciono i dolciumi"
 (Victor Hugo)
Ormai lo sapete. 
Il mio blog è ad alto contenuto glucidico. 
Ha un indice glicemico elevato ed un certo potere cariogeno. 
E non si può di certo dire che i miei post siano esattamente ipocalorici. 
In effetti nemmeno questo lo è, ma almeno è completamente  "sugarfree".
Dopo avervi riempito di dolcetti, e soprattutto di stucchevoli calcoli (l'altra volta ho esagerato, lo so, per cui per un po' basta leziose lezioncine), vi lascio con un po' di pasticceria salata.
E visto che sono un programmatore, mi porto avanti per il Natale e inauguro l'etichetta #regalo perfetto, indicandovi così quelle preparazioni che sono ideali da preparare, perché si conservano bene per un bel po' di tempo.

 Biscotti salati alle olive 

Dosi per circa 32 biscotti
300g di farina debole 
200g di burro 
100g di olive toste
40g di tuorlo (di solito 2)
4g di sale 
Procedimento
Lavorate il burro freddo ma plastico sabbiandolo insieme alla farina. Aggiungete le olive che avete precedentemente denocciolato e tagliato in piccoli pezzi. Battete il tuorlo con il sale ed aggiungetelo alla massa, mescolando il tempo strettamente necessario ad amalgamare tutti gli ingredienti. 
Formate un panetto, rivestitelo di pellicola e lasciate riposare qualche ora in frigorifero. 
Trascorso il tempo necessario, lavorate brevemente il panetto e formate uno o due cilindri del diametro di 5cm. Avvolgete di carta forno e lasciate raffreddare ancora un oretta in frigorifero. 
Accendete il forno a 180°C e nel frattempo affettate i cilindri formando dei biscotti alti circa 1/2cm. Disponete sulla placca del forno e cuocete per circa 15 minuti, fino a leggera doratura.
 
Biscotti salati alle olive @monsieurtatin.blogspot.it
Biscotti salati alle olive
Il Sig Tatin consiglia
L'impasto di questi biscotti non è altro che una pasta frolla molto ricca di burro (pasta sablée) senza l'aggiunta di zucchero. 
Essendo particolarmente grassa, può essere difficile da maneggiare anche se ben fredda, perciò per formare i biscotti ho preferito fare come vi ho indicato piuttosto che formarli da una sfoglia con un coppapasta. 
Essendo friabilissimi e leggermente fondenti al palato è altresì raccomandabile manipolarli con delicatezza solo quando saranno ben freddi (ma fatelo comunque piano perché tendono a rompersi). 
Io ho scelto di usare le olive toste (olive nere parzialmente disidratate in forno) perché essendo meno umide rilasciano meno acqua nella frolla, assicurando una cottura omogenea.
Visto il risultato finale anche quelle in salamoia ben scolate ed asciugate dovrebbero andare bene. 
Un altra idea per sperimentare è quella di preparali con pomodori secchi e un pizzico di peperoncino, oppure con paprika e peperone crusco.
Potete conservarle in una scatola di latta o in un sacchetto per alimenti ben chiuso.




43 commenti:

  1. Sono semplicemente divini!!!!! Sai che la mia cucina è molto più "light", ma le cose buone le so riconoscere e so farmene conquistare. Questi mi conquistano davvero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Erica! Non sono leggeri vero, ma dai uno assaggialo :)

      Elimina
  2. Leonardo sono molto belli,e,con quella quantitá di burro,molto inglesi nello spirito!
    Sto pensando di stravolgerli un pochetto e farli al curry....
    Grazie per aver provato l'ajvar!
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione!
      Quando li ho assaggiato ho pensato la stessa cosa: si fondono in bocca quasi come uno shortbread :)
      Al curry? Mi sembrano perfetti!
      A presto!

      Elimina
  3. Non ci credo!!, ahahaha abbiamo fatto la stessa cosa! Belli Leo!!

    RispondiElimina
  4. Adoro il tuo blog e questi biscotti sono squisiti!
    A presto, Michela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Michela.
      Ho curiosato nel tuo e appena riesco mi unisco ai lettori!
      Ciao Leo

      Elimina
  5. io e te siamo l'opposto :-)))) Tu proponi cibo da girone dei golosi, io da Villa Arzilla ma. Ma gli opposti si attraggono, no?^_^ Bravo Leo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finiró all'inferno, lo so :)
      Tieni duro Fra, che settimana prossima c'è una ricetta totalmente vegan!

      Elimina
    2. gioia, all'inferno ci andiamo insieme: io da maggio a settembre pasteggio a gelati tutti i giorni :-))))

      Elimina
    3. Ho notato :)
      Ma guarda che li fa troppo caldo: si sciolgono :P

      Elimina
    4. Dici che non me li tengono nel congelatore?^_^

      Elimina
  6. Leggo con piacere (o dispiacere?!) che anche tu sei saturo di dolci eh?
    Questi biscottini rustici non sono niente male, mangiati davanti la tv al posto delle classiche chips mi ingrippano parecchio!
    E bravo il nostro Monsiuer!!!!
    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già! Proprio così Vale!
      A presto Leo

      Elimina
  7. Ma sai che il tuo blog mi sa di 'preciso'? Io apprezzo tantisssimissimo i tuoi numeri.
    Evviva un blog 'matematico'.
    ciaps!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Precisissimo.
      Forse anche troppo. Quasi ossessivo :)
      Ciao!

      Elimina
  8. E ma che meraviglia! Lo voglio anche io un regalo così a Natale! Beh, solo uno no! Facciamo che ne vorrei una trentina. Minimo. :)
    Un abbraccio
    MG

    RispondiElimina
  9. fantastici questi biscottini rustici, sei sempre bravissimo!!!!

    RispondiElimina
  10. Ciao Leo, che buona la pasticceria salata! Questi biscotti sono deliziosi e sono davvero da provare! Un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  11. Passa da me se ti va, ho pensato a te per il premio blog 100% affidabile, spero che ti faccia piacere, ciao, a presto ....

    RispondiElimina
  12. Ti seguo in instagram e come promesso ora sono venuta a trovarti nel blog!
    Bellissima idea quella di cominciare a pensare ai regali i di natale per amici e colleghi...

    Ciao
    Silvia

    RispondiElimina
  13. ah meno male che ci sei tu che porti un po' di allegria in questa triste tavola "imbandita" di insalate, pomidori di fine estate, basilico e un goccio di buon evo... pensiamo al Natale va che è meglio :D io li faccio anche con il parmigiano, giusto per restare sul tema "light" :) proverò con la sablée

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giovanni,
      Non è mai troppo presto per prepararsi al natale ahaha :)
      Ciao Leo

      Elimina
  14. ma quanto sembrano buoni!!! la quantità di burro.. non ci pensiamo va...ahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione! Ma basta mangiarne uno solo...se ci si riesce :)

      Elimina
  15. Io adoro i tarallini pugliesi con il finocchietto. Ne mangerei a chili. Non so perchè ma i tuoi magnifici biscotti alle olive me li hanno ricordati.
    Olive, olio, Puglia. Avrò ragionato così.
    Credo, le rotelline del mio cervello a volte girano in maniera incoerente...

    Abbraccio della domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio se rotelline vanno per conto loro ogni tanto. Sano sintomo di una mente aperta.
      Buona Domenica!!

      Elimina
  16. Queste le faccio senz'altro!!!
    Secondo te, verrebero bene usando olio al posto del burro, come consigliato da Montersino (vedi Juls'kitchen?

    Grazie per la visita al mio salame di cioccolata (ipercalorico ma, ti assicuro, iperbolico!!!).

    Ciao.

    Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valeria,
      Sicuramente anche la frolla al l'olio funziona, però il risultato che ottieni è diverso (meno fondente).
      Anche la ricetta andrebbe cambiata se vuoi usare olio invece del burro perché secondo me questa ha poche uova, e temo non stiano insieme e il risultato finale sia molto unto.
      L'unica è fare un po' di tentativi.
      Ciao Leo

      Elimina
  17. bellissima ricetta Tatin!! e hai ragione, ottimi per il natale, la nuova rubrica mi piace!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Appena riesco preparo la pagina ad hoc!
      Ciao Leo

      Elimina
  18. sugar free ma con molto gusto :-)

    RispondiElimina
  19. Sugar free mi va bene...colesterolo freee mica tanto...una tantum ok. ma purtropppo inorridirai ma io plumcake, pasta frolla, sfoglia e affini, pan di spagna e tutto quello di questo genere li detesto. Se trovo un dolce che mi attira con una di queste cose mio marito me lo toglie di mano sa cosa faccio non ha importanza dove mi trovo....lo seziono!!!!!! Dice che poi è una schifezza..dici che ha ragione?????
    Questa ricetta piacerà a mia figlia e genero per cui la passo in ala....ciaooo e buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh Edvige cara, i gusti son gusti...:)
      Buona settimana!

      Elimina
  20. Devono essere buonissimi, complimenti! Mi piace moltissimo anche l'idea, come hai suggerito, di prepararli con pomodorini secchi.... devono venire profumatissimi! Complimenti! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!
      Se provi la variante fammi sapere. Ciao Leo

      Elimina
  21. Ahah! Allora non sono l'unica che ha già cominciato a pensare al Natale!!!
    Adoro i biscottini salati da accompagnare a un bel bicchiere di vino bianco, un ottimo aperitivo e un bellissimo regalo. :)
    A presto!
    D.

    RispondiElimina

Grazie per essere passato di qui. Se ti piacciono le mie ricette e se ti va, seguimi! In questo blog i commenti sono moderati, pertanto ti risponderò non appena possibile.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Le ricette e i pasticci del fratello perduto delle sorelle d'oltralpe