3 marzo 2014

A volte ritornano: Torta Iris al caffè e scaglie di cioccolato

Torta Iris al caffè e scaglie di cioccolato @monsieurtatin.blogspot.it


Io sono uno di quelli a cui piace molto sperimentare in cucina.
Uno che sa apprezzare le nuove combinazioni di sapori.
Uno a cui piace mettersi alla prova con nuove preparazioni.
Uno che fa mille prove prima di decretare: "Questa è la ricetta definitiva!"
Ogni tanto, però, la voglia manca.
Ma non quella di un buon dolce, di quella non ne ho mai abbastanza...
E allora?
Allora torno ai miei lidi sicuri.
Sfoglio il mio virtuale quaderno di ricette (sì, sto parlando del blog!), scovo la torta collaudata, cambio giusto qualche ingrediente ad hoc e mi vi regalo un dolce tutto nuovo.

Torta Iris al caffè e scaglie di cioccolato

Per una torta da 22 cm di diametro
220g di zucchero di canna demerara
250g di burro morbido
187g di fecola di patate
63g di farina 00
50g di tuorlo (di solito 2)
50g di uova (di solito 1)
25g di caffè solubile di ottima qualità (circa 2 cucchiai da tavola)
1 cucchiaino di polvere di caffè per moka
3g di lievito chimico
1 pizzico di sale
50g di scaglie o gocce di cioccolato fondente 50% m.c.
50g di granella di nocciole
Procedimento
Miscelate insieme farina, fecola, lievito e sale e setacciateli due volte. Montante leggermente il burro morbido ma non a pomata. Nel frattempo ungete uno stampo con del burro freddo, foderatelo completamente con la granella di nocciole e mettetelo in frigorifero.
Montante molto bene le uova e i tuorli con lo zucchero ed il caffè solubile finche il composto non sarà molto gonfio e spumoso. Miscelate delicatamente il burro con la montata di uova ed incorporate per ultime per farine, poco per volta a pioggia.
Recuperate gli stampi, riempite per 3/4 con l'impasto ed informate. Cuocete in forno caldo a 180°C per 40 minuti circa. Lasciate intiepidire e rovesciate la torta. Spolverate di zucchero a velo prima di servire.

 
Torta Iris al caffè e scaglie di cioccolato @monsieurtatin.blogspot.it
Torta Iris al caffè e scaglie di cioccolato

Il Sig. Tatin consiglia
Quando imburrate la teglia non lesinate sulla quantità di burro: questo è necessario per tenere incollata la granella di nocciola allo stampo. Ecco anche perché è importante che la conserviate in frigorifero prima di riempirla dell'impasto, se il burro si sciogliesse le nocciole comincerebbero a cadere.
L'utilizzo del caffè solubile al posto di quello espresso ci consente di non dover ricalcolare i liquidi per bilanciare nuovamente la ricetta. Insieme al cucchiaino di polvere di caffè per moka rafforza inoltre il sapore e lo rende più deciso.
Se siete molto golosi, potete tagliare a metà il dolce e farcirlo con della crema gianduja, ma fatelo solo quando il dolce è ben freddo. Io vi consiglio di tenerlo in congelatore per circa un ora prima di questa operazione: in tal modo minimizzerete la caduta della granella dalla superficie ed  eviterete di rompere la torta.
Questa torta è solitamente decorata con un motivo di zucchero a velo a quadri o a rombi. Potete facilmente ottenerlo incrociando delle strisce di carta, come se componeste una crostata, prima dello spolvero.
Per provare la ricetta originale, fatta con un semplice impasto profumato di vaniglia, potete cliccare qui
 
Torta Iris al caffè e scaglie di cioccolato @monsieurtatin.blogspot.it




12 commenti:

  1. è molto golosa! complimenti per la presentazione!! Un salutone :)

    RispondiElimina
  2. ... questo si che è un lido sicuro... questa torta è meravigliosa! la proverò sicuramente!
    A presto, Michela

    RispondiElimina
  3. È da un po' che mi dico che voglio fare un dolce al caffè e continuo a rimandare... Potrei rifugiarmi nel tuo lido sicuro!

    RispondiElimina
  4. Marito, anche in questo la pensiamo allo stesso modo: anche io amo sperimentare, ma a volte preferisco i porti sicuri (per me è il Creme caramel), variando sul tema e giocando con la ricetta. Bellissima questa versione. Baciotto, gentil consorte
    Francesca

    RispondiElimina
  5. Ciao Leo!! Era da un po' che non passavo da te, scusami ma sono sempre di corsissima!!! Non potevo però non passare per rubare al volo una fettina di questa favolosa torta. Racchiude in sè alcuni tra i miei gusti preferiti: cioccolato, caffè e nocciola. Favolosi insieme! Complimenti come sempre.

    RispondiElimina
  6. Me la ricordavo l'altra versione della torta iris; mi hai ricordato che devo sperimentare l'idea della granella. Molto azzeccato l'uso del burro morbido e non completamente fuso (non so perché la,gente si ostini ad usarlo fuso....che certo con garantisce certi risultati). Buona settimana, Leo !

    RispondiElimina
  7. Oh sì che sono molto golosa ma credo la gusterei volentieri così com'è.. una meraviglia!

    RispondiElimina
  8. come me ne mangerei una bella fetta ora ora......abbinamento ad Oc

    RispondiElimina
  9. A volte ritornano ed è una vera gioia, Leonardo! Ed una vera delizia!
    Un abbraccio grande
    MG

    RispondiElimina
  10. Ho provato entrambe le versioni, classica e "con variante": due torte particolari, straordinarie, inconfondibili.
    Grazie per queste due ricette, entrate in casa e non piu' uscite...
    Chantal

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh grazie mille per il complimento Chantal!
      Nella loro semplicità sono in effetti deliziose. E come avrai sperimentato, che profumo!
      A presto e grazie ancora!

      Elimina

Grazie per essere passato di qui. Se ti piacciono le mie ricette e se ti va, seguimi! In questo blog i commenti sono moderati, pertanto ti risponderò non appena possibile.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Le ricette e i pasticci del fratello perduto delle sorelle d'oltralpe