31 maggio 2013

Ricchi premi, cotillon e salatini del riciclo per festeggiare


Salatini del riciclo @monsieurtatin.blogspot.it

Please, please, come on in! But only because it’s you, Mr Tatin! Sbrisolona col bicer de lat as usual?

Ragazzi qui mi sento come quel divo di Hollywood che entra nel negozio di caffè pasticceria!
No, non perché continui a piovere a dirotto come nella pubblicità.
Semplicemente perché Raya ha deciso farmi felice con un'altro premio! 
Anche stavolta, come per la notte degli Oscar, devo fare un discorsetto. Ecco le 7 fatidiche curiosità su di me:
  1. Non ho un gusto di gelato preferito: li adoro tutti!
  2. I miei frutti preferiti sono l'anguria e il cachi
  3. Non mangerei mai una torta di Buddy Valastro; sapere che quelle decorazioni sono state "palpate" così a lungo mi mette ribrezzo
  4. Odio gran parte dei formaggi, a parte quelli poco o per nulla stagionati. Tollero grana e parmigiano, ma non sulla pasta
  5. Preferisco la birra al vino
  6. Bevo the, caffè, latte e tisane rigorosamente senza zucchero
  7. Ho scoperto l'uso della lavastoviglie meno di 6 mesi fa (e col cavolo che torno indietro adesso!)
E ora la regola più piacevole: riassegnare il premio ad altri blogger per me meritevoli. Avrei dovuto assegnarne 15, ma siccome ho preferito concentrarmi su quelli che mi hanno colpito per la loro semplicità o passione o eleganza o simpatia, piuttosto che affidarmi alla casualità, ne vedete qui sotto solo 12.
E qui vi lancio una sfida: qui ci sono ancora 3 posti disponibili; i primi che autocandideranno il proprio blog nei commenti riceveranno di diritto il premio (dovranno però sottostare alle regoline di cui sopra).

Come ogni premiazione che si rispetti ora vi aspetterete un party, ma 1) voi non mi sembra abbiate l'abito da cocktail e 2) mi avete preso alla sprovvista. Però un aperitivo col prosecco e qualche salatino del riciclo posso offrirvelo. Ho giusto giusto dei ritagli di pasta brisée da fare fuori.

Salatini del riciclo

Ingredienti
Ritagli di pasta brisèe
Formaggio grattuggiato (grana, parmigiano o pecorino)
Semi misti (zucca, papavero, lino, sesamo...)
Spezie a vostro piacere (paprika, pepe...)
Sale grosso tritato al momento
Procedimento:
Raccogliete tutti i ritagli e impastateli nuovamente insieme. Stendete la brisèe in una sfoglia spessa qualche millimetro, cospargetela uniformemente di formaggio e fate una piega semplice come se steste preparando una pasta sfoglia. Ristendete la pasta nelle dimensioni originali, cospargete nuovamente di formaggio e ripetete la piegatura. Effettuate questa procedura una terza volta e ristendete la pasta nelle dimensioni originali. Cospargete ora la sfoglia con i semi misti, le spezie e salate col sale grosso frantumato al momento. Coppate con una formina di vostro gusto o tagliate dei quadratini con un coltello. Cuocete pochi minuti in forno caldo a 180°C fino a doratura.

Salatini del riciclo @monsieurtatin.blogspot.it
Salatini del riciclo
Il sig. Tatin consiglia
In questa ricetta dovete adattare ad occhio le dosi in base a quanta brisèe vi è avanzata. 
La ripiegatura della pasta nel modo indicato consente di ottenere una maggiore friabilità ed una leggera sfogliatura, grazie agli strati di pasta e formaggio che avrete creato con le pieghe (ovviamente non aspettatevi la leggerezza di una pasta sfoglia!).
Chiusi in un sacchetto di plastica per alimenti o in scatole di latta si conservano oltre una settimana. Potete anche congelarli da crudi (se la brisèe non era già scongelata all'origine!) ed infornarli al bisogno.
Questi salatini possono essere fatti anche con avanzi di pasta sfoglia. Ovviamente evitate di rimpastare i ritagli tutti insieme (per non compromettere la sfogliatura originale) e la piegatura. Limitatevi a cospargere gli avanzi di formaggio, spezie e semi secondo il vostro gusto.

9 commenti:

  1. Grazie mille per il premio!!!!!

    RispondiElimina
  2. Meravigliosi!

    (però il cachi proprio no, così filamentoso, e viscido, e sempre pronto a spaccarsi e spiaccicarsi, credo sia l'unico frutto che mi fa venire voglia di scappare via urlando!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piace proprio perché é così gelatinoso!
      Mai provato nei semifreddi?

      Elimina
  3. Grazie, per il premio e per la ricetta.
    Che farò quanto prima, utilizzando la pasta brisée che mi resta dopo avere fatto una delle mie quiche.

    Abbraxxio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai che si fanno con minimo sforzo, ma danno grande soddisfazione :)

      Elimina
  4. Bellissimi, complimenti!!! sono proprio sfiziosi ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Se pensi che sono fatti per evitare gli sprechi, il risultato è di tutto rispetto :)

      Elimina
  5. Grazie grazie per il premio del quale ti chiedo perdono se non lo appiccico sul blog, ma proprio non ne ho il tempo, ma in compenso ne sono e ne siamo contente... e complimenti per la ricetta veramente deliziosa.

    Aurora
    www.ilcortiledellematte.com

    RispondiElimina

Grazie per essere passato di qui. Se ti piacciono le mie ricette e se ti va, seguimi! In questo blog i commenti sono moderati, pertanto ti risponderò non appena possibile.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Le ricette e i pasticci del fratello perduto delle sorelle d'oltralpe